Skip to main content

SPAZIO: CRESCONO LE ATTIVITA’ DI SAN MARINO NELLA NEW SPACE ECONOMY

Nasce un Osservatorio con agenzie spaziali, enti di ricerca e aziende

Crescono le attività spaziali della Repubblica di San Marino. Dopo il successo della prima edizione del salone internazionale San Marino Aerospace nell’ottobre scorso e la creazione dell’International Space Economy Research Center (ISERC), nasce ora sul Monte Titano un nuovo Osservatorio dedicato alla New Space Economy e alle New Technologies. L’iniziativa, promossa da ISERC, è stata annunciata oggi nel corso di una conferenza stampa a San Marino, a cui hanno partecipato esponenti del governo sanmarinese e rappresentanti di agenzie spaziali, enti di ricerca e aziende specializzate nel settore aerospaziale. 

“Intendiamo presentare la Repubblica di San Marino nel contesto internazionale come un laboratorio di soluzioni tecnologiche avanzate collocato nel cuore dell’Italia e dell’Europea”, ha dichiarato Fabio Righi, segretario di Stato sanmarinese per Industria, Artigianato, Commercio, Ricerca Tecnologica e Semplificazione Normativa. “Questo perché, in un mondo che si sta trasformando per le sfide che abbiamo di fronte e che hanno necessità di sempre nuove soluzioni, l’avere una dimensione piccola ed un ecosistema piccolo ma completo, con un sistema economico formato principalmente da piccole e medie imprese che meglio di altre aziende riusciranno ad essere le migliori interpreti del futuro che ci attende, è una proposta estremamente interessante da poter portare sul piano internazionale”.

“Questo Osservatorio costituirà uno strumento dell’ISERC per coadiuvare le attività di ricerca, informazione, formazione, promozione e osservazione scientifica approfondita e costante, con una gestione moderna e flessibile, a supporto sia delle istituzioni che delle aziende”, ha sottolineato Raffaella Greco, amministratore delegato di TAIT e organizzatrice di San Marino Aerospace. “Il nostro obiettivo è di aprire questa iniziativa ad aziende e startup del territorio, oltre ad importanti enti ed istituzioni pubbliche, istituti di ricerca, associazioni, organismi di eccellenza ed imprese sia nazionali che internazionali, che si sono distinti nel settore per competenze imprenditoriali, professionali e scientifiche”.

Alla conferenza stampa, hanno partecipato tra gli altri Sabrina Ricci, Artificial Intelligence Ecosystem manager del centro ESRIN di Frascati (Roma) dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA), Raimondo Grassi, presidente di ASE, Corinna Sperandini, amministratore delegato di Spacewear, Giuseppe Papaianni, account executive di Amazon Web Services (AWS), Gian Paolo Venezia, direttore generale di Autenticert, Adriano Carenza, delegato del gruppo GPI per San Marino, e Marco Scatto, amministratore delegato di Plus4. Nell’occasione, è stato anche confermato che la seconda edizione di San Marino Aerospace si svolgerà nei giorni 24 e 25 settembre 2025. “Il nostro obiettivo è creare un contesto di dibattito e di approfondimento sulle tematiche delle nuove tecnologie applicate al mondo dell’economia, con un focus su aerospace e new space economy”, ha spiegato il segretario Righi. “Ciò per far sì che si possano sviluppare nuovi progetti, nuove idee, magari una regolamentazione comune, dei white paper o delle linee guida, ponendoci al centro del dibattito sulle nuove tecnologie sul piano normativo, etico e morale che si sta sviluppando a più livelli e a più riprese, non solo nel contesto italiano ed europeo, ma anche a livello mondiale”.